Andros

L’anomalia di Andros rispetto alle altre isole delle Cicladi è quello di essere verdeggiante e fertile, così che il classico, aspro panorama che caratterizza queste bellissime isole dell’Egeo viene ulteriormente addolcito e reso sublime dai boschi verdeggianti. Pur essendo ormai da tempo una tra le mete turistiche più gettonate, e quindi essendo ricca di infrastrutture turistiche, Andros non ha perso la sua originaria bellezza, ed in molte località sull’isola si può ancora assaporare quell’atmosfera remota della Grecia incontaminata.

Atmosfera quieta e rilassata in quest’isola, la seconda per grandezza nell’arcipelago delle Cicladi dopo Naxos, Andros offre ai visitatori un panorama fatto di entroterra montagnoso, con ben quattro piccole catene montuose, e litorali molto frastagliati, tra i quali sarà facile trovare incantevoli e solitarie insenature da sogno per tuffi e nuotate.

Andros
Andros

Tra le località balneari più conosciute dell’isola si ricorda Gavrio, Hora, Agios Petros e Fourni, che oltre alla possibilità di balneazione presentano anche attracchi per chi viaggia in barca. Non è l’isola per eccellenza per il nightclubbing, tuttavia per chi ama tirar tardi alla notte, danzare e divertirsi ci sono ottime opportunità, così come gli appassionati di pesca e di immersioni troveranno qui fantastici luoghi dove la loro passione sarà soddisfatta.

Da visitare il capoluogo Chora, con un interessante museo archeologico, i pozzi di Sariza, con acqua termale, e la valle di Messaria nell’entroterra, cosparsa di bei boschi e di incantevoli piccoli villaggi.

Raggiungere Andros è molto semplice sia dal porto ateniese di Rafina, da cui ci sono almeno 4 collegamenti quotidiani, oppure raggiungere Mikonos, che collega giornalmente Andros con traghetti ed aliscafi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *