Da Mikonos a Ios

Le Cicladi sono famose come meta turistica principalmente perchè rappresentano in tutti i sensi quella che è l’immagine da cartolina che tutti noi abbiamo della Grecia, le case imbiancate di calce che si stagliano sul mare blu, i mulini a vento sulla sommità delle colline, gli antichi castelli medievali, spiagge e mare meraviglioso. Chi si reca in vacanza a Mikonos avrà l’opportunità, grazie al fatto che quest’isola si trova proprio nel cuore delle Cicladi di approfittarne per fare escursioni nelle incantevoli isole vicine, ognuna delle quali regala emozioni e soprprese a non finire.

mykonos3

Tra le possibili mete, ideale per coloro che amano la vita notturna e la scena giovanile movimentata , certamente l’isola di Ios è la più indicata.

Da Mikonos si può agevolmente prendere un traghetto che prima di fare scalo a Ios fa tappa a Paros o a Naxos, ed in circa 4 ore si arriva nell’isola. Le corse soprattutto nel periodo estivo sono frequenti, nell’ordine di due al giorno, anche se bisogna informarsi molto bene sugli orari di partenza. C’è anche un piccolo traghetto che raggiunge Ios direttamente, ma è più difficile ancora trovare l’orario esatto di partenza, e quindi poco indicato per chi ha vuole programmare per bene l’escursione.

Oltre alla vita notturna, Ios è famosa per alcune delle spiagge più incntevoli delle Cicladi, con il vantaggio che, almeno fino alle due del pomeriggio saranno praticamente deserte perchè i tanti giovani che frequentano l’isola, fino a quell’ora non si faranno vedere perchè devono recuperare le forze dalle lunghe notti passate a ballare fino all’alba.

Da visitare anche quella che gli abitanti dell’isola sostengono essere la tomba di Omero, anche se di essa non è rimasto granchè.