Isola di Iraclea

Secondo molte guide turistiche sulle isole della Grecia non esiste in tutto l’Egeo greco un’isola più tranquilla di questa. Iraclea infatti non conta più di 200 abitanti che vivono lì durante tutto l’anno, e le cui risorse economiche si basano su pesca ed agricoltura. Un luogo ideale per scoprire i tratti della Grecia antecedente al grande successo turistico conosciuto negli ultimi 40 anni.

Qui addirittura gli abitanti raramente conoscono altre lingue che il greco, e quindi coloro che non sanno arrangiarsi con la lingua nativa potrebbero ritrovarsi in qualche difficoltà di comunicazione. Tuttavia rimane fortissimo il senso di ospitalità, una tradizione dei greci ed in genere dei popoli mediterranei. Il visitatore se ne accorgerà quando si fermerà a mangiare o a tirar tardi alla sera nelle poche taverne presenti sull’isola.

Panorama delle Cicladi
Panorama delle Cicladi

Niente traffico né frastuono di discoteche e locali, e persino difficile, a parte in alta stagione, trovare in affitto motorini o auto per esplorarla. Tuttavia le ridotte dimensioni permettono adi raggiungere agevolmente tutte le località più affascinanti che Iraclea possiede.

Da Chora, l’antico capoluogo, si può partire in escursione per visitare una grotta famosa, Agios Ioannis, che la leggenda vuole sia stata per qualche tempo la dimora dell’evangelista autore dell’Apocalisse.

Tra le spiagge più interessanti e frequentate Livadi, ed anche intorno al piccolo porticciolo si può trascorrere una giornata di spiaggia mare e sole in tutta tranquillità.

Per raggiungerla le comunicazioni quotidiane sono con la vicina Naxos, mentre dal porto di Atene, Pireo, ci sono un paio di traghetti a settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *